Nutri Tips

Muesli: storia, curiosità, guida all’uso e alla scelta

Stai cercando un muesli senza glutine? Sei nel posto giusto! Intanto qui puoi trovare una selezione di muesli gluten free, ma prima può essere utile avere qualche informazione e qualche spunto per una scelta più consapevole e un uso più creativo di questo alimento così prezioso per la nostra dieta quotidiana.  

Come ben sai, la colazione è uno dei pasti più importanti della giornata (se non lo sai ne abbiamo parlato qui). Forse è per questo motivo che molti degli alimenti comunemente usati per fare il primo pasto della giornata sono stati inventati non da chef, non da maestri pasticcieri, ma da medici! È il caso, per esempio, dei corn flakes, la cui scoperta e prima commercializzazione è attribuita a un certo dottor John Harvey Kellogg, direttore di un sanatorio in Michigan, alla ricerca di un’alternativa a una dieta carica di grassi animali. 

Come nasce il muesli?

Come i fiocchi di cereali, anche il muesli nasce dall’intuizione di un medico: lo svizzero Maximilian Bircher-Benner, che, verso la fine dell’Ottocento, creò una miscela di fiocchi d’avena, latte, succo di limone e mela grattugiata, che chiamò “Bircher muesli”. La parola muesli o müsli è un diminutivo della parola Mues che, nel tedesco parlato in Svizzera significa mescolamento/purea. Bircher-Benner considerava questa ricetta un’importante fonte di salute e guarigione per i suoi pazienti. 

Nel corso degli anni, il muesli è diventato sempre più popolare come opzione per la colazione sana e nutriente, e ha iniziato a essere venduto in molte varianti. Questo perché il muesli, come del resto anche i corn flakes, oltre a rappresentare una scelta salutare è anche estremamente gustoso, comodo da preparare e versatile. 

Qual è la differenza fra corn flakes e muesli?

I corn flakes e il muesli sono due tipi di cereali per la colazione con caratteristiche diverse:

  • Composizione
    Mentre i corn flakes sono fatti principalmente di mais cotti, schiacciati e tostati, il muesli è una miscela di ingredienti più variegata. Solitamente include fiocchi di cereali con o senza glutine (avena, farro, segale, grano) mescolati con frutta secca (noci, mandorle), semi (lino, chia) e talvolta anche frutta fresca o disidratata.
  • Sapore
    Di solito i corn flakes hanno un sapore più neutro. Il muesli, avendo un mix di ingredienti diverso, ha un gusto più marcato. 

In generale entrambi sono scelte popolari per la colazione, ma il muesli offre una maggiore versatilità di utilizzo e una composizione più variegata rispetto ai semplici corn flakes.

Come scegliere il muesli per la tua colazione?

Oggi esistono moltissime varianti di muesli: ricette per la preparazione casalinga e miscele commercializzate di ogni tipo. Come orientarsi nella scelta? Ecco qualche consiglio per te:

1- Valuta il tempo (e le energie) a disposizione

Le ricette casalinghe offrono il massimo del controllo sulla propria dieta ma sul mercato esistono molteplici soluzioni già pronte di altissimo livello, che ti permettono di avere sotto controllo valori nutrizionali, standard di qualità e, un risparmio di tempo e di energie. Non è detto che le due scelte non possano convivere in momenti diversi.

2- Allergie e intolleranze
Superfluo ripeterlo? Sempre meglio ricordarlo! Alcuni muesli possono contenere glutine, latticini o tracce di frutta secca a cui sei sensibile. Orienta la tua scelta in base alle intolleranze e a eventuali allergie.

3- Occhio alle fibre
Le fibre sono importantissime nella dieta quotidiana, lo abbiamo raccontato in questo articolo. Dai la preferenza a muesli ricchi di fibre, ottime per il controllo del peso e la regolarità intestinale, ma ricordati che l’abbondanza di fibre richiede molta acqua per facilitarne la digestione.

4- Contenuto di grassi e calorie
Preferisci muesli con un moderato contenuto di grassi provenienti dalla frutta secca o da semi? Presta attenzione anche alle calorie totali soprattutto se stai seguendo una dieta specifica.

5- Contenuto di zuccheri:
controlla il contenuto di zuccheri nel muesli. Il muesli può contenere zuccheri naturalmente presenti nella frutta secca o fresca di cui è composto, scegliere muesli senza zuccheri aggiunti con dolcificanti artificiali, sciroppi o zuccheri raffinati, significa avere diversi vantaggi:

  • apprezzare i sapori reali degli alimenti, compresa la dolcezza naturale di ogni ingrediente del muesli.
  • non aumentare troppo bruscamente la glicemia e di conseguenza la produzione di insulina, quindi, in sostanza: maggiore sazietà nel tempo e minor rischio di trasformare gli zuccheri in grassi;
  • avere la libertà di personalizzare l’apporto di zuccheri, per esempio aggiungendo zuccheri a piacimento da altre fonti, come piccole quantità di frutta fresca o succhi, marmellata, etc. per una colazione naturalmente più dolce e più ricca.

Hai già provato i Super Crunchy Muesli senza glutine e senza zuccheri aggiunti Nutrifree?

Croccantissimi a base di fiocchi d’avena, mixati con:


  • Nocciole e Mandorle effetto sazietà, grazie ad un’extra razione di gusto, fibre e proteine.
  • Cocco e Cioccolato golosità anti stanchezza, grazie al contenuto di magnesio e la teobromina

6- Gusto e personalizzazione
Opta per un muesli che ti consenta di personalizzarlo secondo le tue preferenze. Cerchi spunti? Continua a legge

Abbinamenti per tutti i gusti!

Il muesli è un alimento estremamente versatile, unico limite? Fantasia e gusti personali. Ecco qualche spunto classico e qualche idea alternativa per consumarlo a colazione, per uno spuntino o come ingrediente di altre ricette:

Croccante freddo
Questo è il modo più conosciuto e probabilmente più diffuso, basta una ciotola, un cucchiaio e l’aggiunta di latte fresco o di yogurt, anche vegetali (a proposito di latte vegetale guarda tutte le varianti in questo articolo: Idee da inzuppare).
Proporzioni? In parti uguali, metà latte/yogurt – metà muesli. Si mangia al volo per non perdere la croccantezza. Preferisci una consistenza più cremosa e morbida? Lascia in ammollo il muesli per qualche minuto prima di mangiarlo.

Morbido caldo
In inverno chi ama il muesli può gustarlo anche scaldato, sempre in parti uguali, insieme al latte o all’acqua per 3 o 4 minuti, o per un minuto di microonde.

Sgranocchiato da solo come snack a metà mattina, avendo cura di accostarlo a liquidi in abbondanza, per esempio con una tisana o un infuso. 

Come topping o guarnizione: basta cospargere il tuo dessert, gelato o yogurt gelato, la tua macedonia con una spolverata di muesli per un mix irresistibile di consistenze e sapori.

Come ingrediente: per esempio negli impasti di muffin, biscotti o pancake.

Per migliorare il gusto e l’apporto nutrizionale, per variare un po’ i sapori o aggiungere dolcezza naturale puoi abbinare al tuo muesli:

  • frutta fresca (banane a rondelle, mirtilli, fragole, mele a cubetti o altra frutta di stagione);
  • verdure (carote a rondelle, finocchi a cubetti);
  • frutta secca, ma non esagerare se è già presente (noci tritate, mandorle);
  • semi oleaginosi (lino, chia, girasole, sesamo);
  • miele o sciroppo d’acero, per aggiungere dolcezza;
  • spezie (cannella, zenzero in polvere, noce moscata, cardamomo).